DER ZONENPLAN

giugno 3rd, 2010 § 0 comments

I flash mob sono ormai una pratica molto diffusa.

Alcuni, come questo promosso da Greenpeace Svizzera, hanno una finalità sociale. Il senso è legato alla protesta contro l’impegno preso dal governo svizzero per la costruzione di nuove  centrali nucleari. Secondo Greenpeace infatti la Svizzera non è preparata ad affrontare un incidente nucleare perciò si è voluto mostrare che cosa succederebbe alla popolazione in una simile eventualità. Tutti giù per terra.

Va bene l’effetto sorpresa, vanno bene le campagne ad effetto di Greenpeace, però magari questa volta i passanti potevano  essere avvertiti. Alcuni hanno cercato di soccorrere i partecipanti al mob.

Un po’ eccessivo, forse.


Flash mobs are one of the most used marketing tools.

Some of them have a social aim, like the one recently organized by Greenpeace Switzerland. It concerns a protest against the construction of new nuclear power stations, an agreement undertaken by the Swiss government. According to Greenpeace,  Switzerland is not prepared to cope with a nuclear accident, therefore they wanted to show what would happen in such a case. We all fall down.

It’s ok the surprise effect, it’s ok Greenpeace’s impressive campaigns, however this time they should have warned passers by. Some of them tried to help the participants at the flash mob.

Perhaps they exaggerated a little.

Tagged , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>